Aerei
Ho cominciato la mia attività di modellista proprio con gli aerei. Ecco una serie di modelli da me realizzati nei lontani anni '70 Ecco alcune regole pratiche quando si lavora in questo settore. 
1) Chiudere le fessure della carlinga con lo stucco nella fase di assemblaggio da scatola di montaggio
2) Fissare bene le ali anteriori e quelle più piccole posteriori aiutandosi con lo stucco
3) Attenzione al fissagggio della capottina di vetro; riuscire a dipingere gli infissi della capottina in maniera precisa senza sbavature sul vetro è una vera impresa
4) Per quanto riguarda la coloritura, si può usare, indifferentemente, pennello o aeropenna E' inutile ribadire che il colore dev'essere ben diluito sia nell'una che nell'altra tecnica per evitare, nel caso del pennello, la presenza di "tracce" del passaggio, nel caso della stesura ad aeropenna, che il colore "scoli". Poi ci sono le classiche tenciche dell'invecchiamento: l'"ombreggiatura" (primer come fondo + nero o grigio scuro molto diluito aerografato in sottili linee sfumate sopratutto nei punti più profondi e nascosti), il "lavaggio con con colori ad olio" (si diluisce il colore ad olio nel suo diluente e applicato, con pennello sottile, nelle giunture il tutto, poi, asciugato con phon) ed "il pennello secco" (pennello a setole rigide intinto nel colore, asciugato, e strofinato sui dettagli in modo che questi utlimi catturino i residui di colore rimasti nelle setole. Per le decal, attenzione all'effetto "silvering" (visibilità della pellicola sul modello). Il segreto è quello di ritagliare la pellicola il più possibile intorno alla decal. In seguito si passa un trasparente lucido sulla superfice del modello, si applica la decal, la si fissa con un fissante, si lascia asciugare, poi di nuovo passata di lucido e, poi, di trasparente opaco.
Io aggiungo che la Tamiya, per le sporcature, ha realizzato tutta una serie di misture (l'olio, la terra bruciata, il fango ecc che già così come sono si possono applicare sul modello dopo aver inumidito il pennello).  Un'altra tecnica interessante è quella di usare la polvere di pastello, "il nero di mina"  ottento grattuggiando il pastello sulla carta vetrata. con grana 600 o 800.

DORNIER DO 28 SKYSERVANT

Dornierdecals3

 






Inserire un commento su questa pagina:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo e-mail:
La tua Homepage:
Il tuo messaggio:

Button "Mi piace" Facebook
 
Pubblicitá
 
 
Oggi ho avuto 7 visitatori (26 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=